Notizie

| 19 Gen 2017

I Pipistrelli e l’ebola: perchè non avere paura

Per capire, per approfondire e comprendere correttamente

A cura dell’Associazione Teriologica Italiana (ATIt) – Autori della stesura: membri del CD del Gruppo Italiano Ricerca Chirotteri (GIRC), coordinamento di Federica Roscioni (Coordinatrice Nazionale GIRC)

1) Da dove ha origine il virus Ebola responsabile dell’epidemia dell’Africa occidentale?
Secondo l’epidemiologo Fabian Leendertz dell’Istituto Robert Koch di Berlino, il virus Ebola che sta causando migliaia di vittime in Africa occidentale sembra appartenere al ceppo dello Zaire Ebolavirus (ZEBOV), identificato nel 1976 nella Repubblica Democratica del Congo.
2) Qual è la probabile causa delle epidemie di Ebola in Africa?
Lo Zaire Ebolavirus ha causato diverse epidemie prima di quella attuale; le prime persone infettate sono stati cacciatori di animali selvatici (scimpanzé, gorilla, pipistrelli e antilopi) e il virus si è poi rapidamente diffuso dal villaggio dei cacciatori a quelli vicini attraverso la trasmissione tra esseri umani infetti.
3) Come si trasmette il virus?
La trasmissione avviene per contatto diretto con organi, sangue e altri fluidi biologici (es saliva, urina) di soggetti infetti, e indiretto con ambienti contaminati da tali fluidi.
4) È vero che i pipistrelli sono portatori del virus Ebola?
Recenti studi hanno dimostrato che alcune specie di pipistrello che vivono esclusivamente in Africa (volpi volanti, che non esistono in Europa e sono solo lontanissimi “parenti” delle specie di casa nostra) sono portatrici sane di Ebola e potrebbero quindi essere uno dei serbatoi naturali di questo virus.
5) Perché i pipistrelli non manifestano i sintomi dell’Ebola?
Le ragioni sono sconosciute, ma è un fenomeno già noto per altri animali e per altre malattie. Questi animali hanno una storia evolutiva di 52 milioni di anni e hanno sviluppato meccanismi di protezione/riparazione del DNA che hanno portato alla resistenza ai virus. Studiando questi animali possiamo trarre importanti informazioni per trovare cure anche per l’uomo.
6) I pipistrelli che vivono in Europa possono trasmettere il virus Ebola?
No, i nostri pipistrelli non trasmettono il virus; i pipistrelli portatori di questa malattia sono specie che vivono in Africa.
7) Ho dei pipistrelli che vivono nelle vicinanze della mia abitazione e ho anche installato una bat box, possono essere pericolosi per me e la mia famiglia?
No, proprio perché in Italia e in Europa non ci sono specie di pipistrello che portano il virus Ebola.
Bibliografia e approfondimenti
Epicentro – Malattia da virus Ebola, informazioni generali.
Johnson KM. 1978. Ebola haemorrhagic fever in Zaire, 1976. Bull World Health Organ. 56:271-93. Olival KJ, Hayman D. 2014. Filoviruses and Bats: Current Knowledge and Future Directions. Viruses. 6(4): 1759-1788.
Pourrut X, Délicat A, Rollin PE, Ksiazek TG, Gonzalez JP, Leroy EM. 2007. Spatial and Temporal Patterns of Zaire ebolavirus Antibody Prevalence in the Possible Reservoir Bat Species. The Journal of Infectous desease. 196: 176-183.
Pourrut X, Souris M, Towner JS, Rollin PE, Nichol ST, Gonzalez JP, Leroy E. 2009. Large serological survey showing cocirculation of Ebola and Marburg viruses in Gabonese bat populations, and a high seroprevalence of both viruses in Rousettus aegyptiacus. BMC Infectious Diseases. 9:159.
Associazione Teriologica Italiana Onlus
Dipartimento di Biologia e Biotecnologie "Charles Darwin"
Università di Roma "La Sapienza" - Viale dell'Università, 32
I-00185 Roma (RM)