Notizie

| 4 Settembre 2022

M’ammalia 2022 – Il 6 ottobre si apre il festival “La settimana dei mammiferi”

 

M’ammalia è un insieme di eventi coordinati dall’Associazione Teriologica Italiana e organizzati da istituzioni scientifiche e culturali (musei naturalistici, orti botanici, biblioteche), aree naturali protette e associazioni, con il fine di far conoscere i mammiferi, le loro caratteristiche, gli ecosistemi di cui fanno parte e le loro problematiche di conservazione. Le iniziative di M’ammalia si tengono ogni anno tra l’ultima settimana di ottobre e la prima settimana di novembre.

Quest’anno siamo giunti alla XIV edizione, e il tema è “Tra verde e rosso: mammiferi in espansione o in pericolo”.

Come stanno i mammiferi italiani? Alcune specie sono decisamente in ripresa, come il lupo, che in cinquant’anni è passato da poche centinaia di individui ai 3300 stimati nel corso del primo monitoraggio nazionale avvenuto nel 2020/2021. Altri, come l’orecchione sardo, pipistrello endemico dell’isola, sono a rischio critico di estinzione. Alcune specie non rischiano di scomparire nel breve termine, ma hanno popolazioni in declino, come la lepre variabile – o lepre bianca, per il colore che assume il suo mantello in inverno – la cui distribuzione sull’arco alpino è frammentata e messa a dura prova dal riscaldamento climatico.

In tempi di cambiamenti climatici e trasformazioni ambientali, la situazione della fauna italiana è molto dinamica, e se alcuni mammiferi necessitano di urgenti interventi di conservazione per preservarne le fragili popolazioni, altri, i più plastici e adattabili, sono oggi una sfida gestionale. E così, per adattarsi ai tempi in rapida evoluzione, sono necessari studi e monitoraggi nel lungo periodo.

Tra gli strumenti più importanti per la valutazione dello stato di conservazione e del rischio di estinzione delle specie ci sono le Liste rosse dell’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN). A queste si affianca un nuovo strumento, una versione più ottimista in base alla definizione data dalla IUCN: le Liste verdi. Queste permettono di valutare la ripresa di specie un tempo minacciate, di verificare se la loro distribuzione attuale è comparabile a quella originaria e quindi di misurare l’efficacia delle azioni di conservazioni adottate.

ATIt è impegnata da sempre nella diffusione di una corretta informazione scientifica ai cittadini, fondamentale per sensibilizzare sulle minacce che portano alla perdita di biodiversità, e nel trovare la corretta via per la coesistenza con le specie in ripresa, per alcune delle quali si aprono nuovi scenari di gestione e conservazione.

Gli Enti interessati a proporre eventi da inserire in programma sono pregati di mettersi in contatto con l’Associazione Teriologica Italiana, inviando una mail all’indirizzo comunicazione@mammiferi.org. Vi chiediamo di farci pervenire le vostre adesioni entro il 10 ottobre 2022.

Il calendario e le locandine delle iniziative aderenti saranno pubblicati sul sito nella sezione eventi e nella pagina Facebook di M’ammalia.

Per ulteriori informazioni consultate la pagina dedicata del nostro sito, in continuo aggiornamento
oppure la pagina FB dedicata.

Successivamente vi sarà inviato altro materiale, i loghi di ATIt e di M’ammalia da inserire nei vostri eventi, e una breve presentazione power point che potrete proiettare per introdurre “La settimana dei Mammiferi”.

 

Associazione Teriologica Italiana Onlus
Dipartimento di Biologia e Biotecnologie "Charles Darwin"
Università di Roma "La Sapienza" - Viale dell'Università, 32
I-00185 Roma (RM)