GLAMM

Group for Large Mammals Conservation and Management

Il GLAMM – Group for Large Mammals Conservation and Management – ha come scopo quello di promuovere, favorire e divulgare le attività di studio, conservazione e gestione inerenti le specie animali terrestri appartenenti agli ordini Cetartiodactyla e Carnivora.

Contattaci per info e domande

La storia

Il percorso fondativo del GLAMM si è sviluppato a partire dal Congresso di Piacenza (2012) durante il quale alcuni Soci dell’ATIt hanno iniziato a valutare la possibilità di creare un nuovo gruppo specialistico dedicato alla conservazione e gestione dei grandi Mammiferi. Le iniziali discussioni, stimolate anche dall’Assemblea dei Soci del 14 febbraio 2013, si sono concretizzate, l’11 ottobre 2013, in un mandato esplorativo del CD ATIt a due Coordinatori pro-tempore finalizzato a verificare l’effettiva possibilità di costituire il gruppo. Nei mesi successivi, alcune riunioni tra i Soci fondatori hanno delineato l’idea guida, gli obiettivi strategici e individuato le possibili attività e modalità di azione del gruppo. Nella fase seguente, culminata il 9 maggio 2014 con la fondazione e presentazione del GLAMM all’Assemblea dei Soci ATIt, durante il Congresso di Civitella Alfedena, è stato consolidato il presente documento fondante e lo Statuto.

L’idea guida del GLAMM si sviluppa a partire dalla constatazione, condivisa tra i fondatori, della diffusa assenza nel nostro Paese di un legame consolidato tra interventi di conservazione- gestione dei grandi Mammiferi e quadro conoscitivo oggettivo e aggiornato, relativo sia a specie che a modalità di azione. Vi è pertanto la necessità di lavorare per costruire una connessione stabile tra conoscenze oggettive (evidence based) e prassi della conservazione-gestione dei grandi Mammiferi in Italia.

Appare evidente che un gruppo specialistico che si occupi di Ungulati e grandi Carnivori non può perseguire l’obiettivo primario degli altri due gruppi specialistici nati in seno all’ATIt (GIRC e GPM), vale a dire l’accrescimento delle conoscenze di base su biologia, distribuzione e status delle specie, in quanto queste sono già in buona parte disponibili. Gli obiettivi strategici individuati per il GLAMM sono pertanto:

  • fare un’operazione di significato culturale attraverso lo sviluppo di un pensiero critico, finalizzato a stimolare un dibattito scientificamente rigoroso e di respiro internazionale nel mondo della conservazione nel suo complesso (dall’ambito accademico a quello professionale);
  • contribuire a rafforzare il ruolo dell’ATIt quale associazione di riferimento accreditata presso soggetti pubblici istituzionali e mondo della comunicazione;
  • incrementare il networking e affermare una modalità di lavoro collegiale tra gli associati.

Tra i possibili strumenti di lavoro individuati per il GLAMM si prevede di avvalersi di: workshop, seminari e webinar, position statement, report di sintesi e review scientifiche, eventi formativi e divulgativi, comunicati stampa.

Tra i soggetti destinatari delle attività del GLAMM sono stati individuati: le amministrazioni pubbliche, il mondo accademico, il mondo della libera professione, i media e, in ultima analisi, l’opinione pubblica.

Fondazione

I Soci Fondatori

  • Paolo Ciucci
  • Stefano Grignolio
  • Adriano Martinoli
  • Andrea Monaco
  • Enrico Merli
  • Luca Pedrotti

Concorso di idee per la realizzazione del logo del GLAMM

Il concorso, al quale tutti possono partecipare, prevede la realizzazione di un logo (pittogramma e/o logotipo) rappresentativo del GLAMM.

Tale logo rappresenterà il gruppo specialistico GLAMM nell’ambito di ogni attività istituzionale, nei documenti e sul sito web dell’Associazione Teriologica Italiana

 

Clicca qui per scaricare il bando

Clicca qui per scaricare la nota fondativa.

Clicca qui per scaricare lo Statuto.

Associazione Teriologica Italiana Onlus
Dipartimento di Biologia e Biotecnologie "Charles Darwin"
Università di Roma "La Sapienza" - Viale dell'Università, 32
I-00185 Roma (RM)